Aggiungi qui il testo dell'intestazione

Mission

La Città delle donne nasce dal bisogno di abbattere pregiudizi e stereotipi di genere molto radicati nella nostra antica città, Gubbio, così come in gran parte del nostro paese.Un paese in cui aumentano i ‘femminicidi’ e nel frattempo chiudono i centri anti-violenza; un paese dove il pregiudizio di viaggiare da sole è ancora fortissimo, dove il sessismo esiste a partire dallo stesso linguaggio che usiamo, vogliamo provare a scardinare l’ineguaglianza tra le ineguaglianze, quella tra uomini e donne.

Il nostro obiettivo è fare di Gubbio il laboratorio umbro per la parità di genere. Proprio qui, nel cuore verde d’Italia, questo luogo che da millenni è teatro di rituali antichissimi legati alla madre terra, vogliamo piantare piccoli semi di libertà, lavorando sulla formazione, il linguaggio e la cultura femminili. Spostando il dibattito nella provincia, in quell’Italia interna dove le statistiche dicono che c’è più bisogno, siamo certe che si possa costruire un nuovo, multiforme modello di civiltà. Proprio in questa Italia di mezzo pensiamo sia indispensabile costruire una “Città delle Donne”, popolata di ospiti dalla formazione diversa, dalle attiviste alle viaggiatrici, dalle scrittrici alle storiche, fino alle fumettiste, imprenditrici, atlete, religiose, avvocate, dottoresse.

Associazione

L’associazione di promozione sociale “La Città delle donne” è nata e costruita come laboratorio in divenire per le questioni di genere e la realizzazione delle pari opportunità, assumendo un ruolo propositivo e propulsivo per la rimozione di ogni forma di discriminazione, sia diretta sia indiretta, nei confronti delle donne, attraverso lutilizzo di strumenti specifici.

Gli strumenti che di chi utilizza sono principalmente culturali, fornendo spunti di riflessione e momenti di formazione per cambiare quella cultura che è alla base della violenza di genere, proponendo seminari sulla comunicazione mediale e sociale sulle donne, offrendo corsi di formazione professionale grazie a strette relazioni col mondo dell’imprenditoria femminile e attraverso momenti di condivisione con la politica di settore.

Presidente Valentina Pigmei, vice-presidente Vanessa Adabire Aznar

Il TEAM

Il Festival, che nasce da un’idea di Giorgia Gaggiotti e Valentina Pigmei, è realizzato dall’associazione di promozione sociale “La Città delle donne” di Valentina Pigmei e Vanessa Adabire Aznar, in collaborazione con Guendalina Chiaretti.

L’associazione di promozione sociale “La Città delle donne” è nata e costruita come laboratorio in divenire per le questioni di genere e la realizzazione delle pari opportunità, assumendo un ruolo propositivo e propulsivo per la rimozione di ogni forma di discriminazione, sia diretta sia indiretta, nei confronti delle donne, attraverso l’utilizzo di strumenti specifici.

Gli strumenti che di chi utilizza sono principalmente culturali, fornendo spunti di riflessione e momenti di formazione per cambiare quella cultura che è alla base della violenza di genere, proponendo seminari sulla comunicazione mediale e sociale sulle donne, offrendo corsi di formazione professionale grazie a strette relazioni col mondo dell’imprenditoria femminile e attraverso momenti di condivisione con la politica di settore.

Valentina Pimei

curatrice dell’agenda letteraria ed editoriale del festival. Nata a Parma nel 1973, ha vissuto a lungo a Roma. Giornalista e consulente editoriale, ha lavorato per varie importanti case editrici e scritto per numerose testate. Da anni vive a Gubbio, si occupa di comunicazione e collabora con Internazionale, Vogue, Sirene, Cartography, LetteraDonna, Il Tascabile.

Vanessa Adabire Aznar

social media manager, content editor e responsabile marketing e comunicazione del festival, è nata a Roma da papà del Ghana e mamma spagnola. Speaker radiofonica per Radio Incontro e redattrice e inviata per vari programmi tv. Ufficio stampa dell’Atletico Roma F.C., approda nel mondo del Digital Marketing lavorando con aziende come Zoomarine, Sammontana e la start up Kicko.it.

X